5g

5G: a che punto siamo?

Le novità sulla “rivoluzione 5G” e uno sguardo alla situazione italiana.   Il 23 maggio l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (AGCOM), con la delibera n. 231/18/CONS ha disciplinato le procedure di assegnazione e utilizzo delle frequenze necessarie alla tecnologia 5G. Trattasi di un momento fondamentale per la nostra economia proiettata verso un’infrastruttura che rivoluzionerà l’ecosistema digitale e i modelli di business, incidendo fortemente nell’organizzazione del lavoro. Per questo motivo non se ne può parlare al pari di un qualsiasi “evento tecnologico”, anche perché il 5G sarà il “sistema nervoso della società digitale”. Tuttavia gli utenti finali – che compreranno …

Continue Reading
Mattarella

La scelta di Mattarella tra Costituzione e politica

«Ho condiviso e accettato tutte le proposte per i ministri, tranne quella del ministro dell’Economia. Ho chiesto, per quel ministero […] un esponente che – al di là della stima e della considerazione per la persona – non sia visto come sostenitore di una linea, più volte manifestata, che potrebbe provocare, probabilmente, o, addirittura, inevitabilmente, la fuoriuscita dell’Italia dall’euro». Le parole del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella hanno segnato la fine delle trattative per il nuovo “governo del cambiamento” tra Lega e Cinque Stelle. In questi giorni su tutte le piattaforme social e giornalistiche si susseguono commenti, opinioni e, a …

Continue Reading
flat tax

La flat tax come diversa visione dello Stato

Cosa prevede la flat tax? Nel contratto firmato da Luigi Di Maio e Matteo Salvini la flat tax è la principale misura che mira a ridurre il peso dell’imposizione fiscale su famiglie e imprese. Prevede infatti due aliquote fisse al 15% (per redditi fino a 80 mila euro), e al 20% (per i redditi superiori agli 80 mila euro) valide per persone fisiche, partite IVA, imprese e famiglie. Per queste ultime sarebbe confermata una deduzione fissa di 3000 euro sulla base del reddito. Per i redditi più bassi vale il principio della “no tax area”. Oggi esistono cinque scaglioni su …

Continue Reading
Bilancio Ue

Bilancio UE ’21-’27: quali novità?

Il 2 maggio scorso è stata presentata in Commissione Europea la proposta ufficiale del nuovo bilancio UE per il settennio successivo 2021-2027. Si tratta, a maggior ragione in questa fase embrionale, di uno stato previsionale della spesa e dell’investimento che l’Unione Europea opererà a favore degli stati membri fino alle porte del 2030. I numeri della proposta ufficializzata dal presidente Jean-Claude Juncker sono piuttosto significativi, anche in termini cabalistici: innanzitutto la programmazione si conclude ufficialmente nel 2027 ma, se consideriamo la tendenza fisiologica delle misure finanziarie di varcare i confini temporali di ciascun quadro pluriennale “contaminando” quelli a venire, sarà …

Continue Reading

Video-Intervista con Simone Di Stefano

TOPICS: – Inizio: Storia ed evoluzione di Casapound – 2.57: Commento sui risultati delle ultime elezioni – 5.01: Differenza tra Caspound e Forza Nuova – 8.56: Casapound e il fascismo – 14.21: Europa ed Erasmus – 19.26: Governo M5S-Lega, sostegno o opposizione? – 23.45: Casapound e Potere al Popolo, elementi in comune? – 29.32: Salvini ha tradito Casapound? – 34.52: Come si finanzia Casapound? – 38.15: Intervento militare in Libia Foto copertina: Huffington Post Jacopo SimonettiMore Posts Follow Me:

Continue Reading
socialdemocrazia inglese

La socialdemocrazia inglese: Labour, New Labour e Corbyn

Dopo aver analizzato le origini che hanno determinato la crisi della socialdemocrazia europea, italiana, spagnola e tedesca continua lo speciale di Polinside sul Labour Party e la socialdemocrazia inglese: da Michael Foot a Geremy Corbyn passando ovviamente per Tony Blair.   La caduta e la ripresa Era il 1983 e Margareth Thatcher ancora dettava le regole di un gioco che conduceva ormai da circa quattro anni e che l’avrebbe vista muoversi indisturbata per ancora sette: attrice unica in un palcoscenico pressoché vuoto. Era il 1983 e Michael Foot, leader del Labour party, usciva dal confronto con la lady di ferro con un 27.6%: …

Continue Reading
Spd

La SPD tra conflitto e governo

Continua lo speciale sulla crisi della socialdemocrazia in Europa con uno sguardo sulla situazione in Germania, dove la Spd non riesce ad invertire il trend negativo che la accompagna ormai da più di dieci anni.   “Conflitto” è forse il termine che meglio rappresenta la situazione perenne in cui si trova la sinistra in Europa. Tuttavia, se per tutto il ‘900 con “conflitto” si definiva il rapporto tra proletari e capitalisti, oggi ad essere in contrasto sono le componenti interne dei partiti socialdemocratici. Questo status ha portato il Pd in Italia (clicca qui) e la Spd in Germania a raggiungere il loro …

Continue Reading